sabato 3 marzo 2018

Presentazione: “Incendiami L’anima” di Federica Leva

Incendiami l'anima

«Il fuoco non può bruciare altro fuoco, strega. E tu sei solo la fiammella di un cerino.»

Ma Alan si sbagliava.

Io sarei stata capace di incendiare la sua anima… l’anima di un uomo scolpito nel ghiaccio.

Buona sera cari colleghi lettori,

Le mie sono diventate delle settimane super impegnative con il lavoro e i vari problemi della vita quotidiana che mette a dura prova la mia salute mentale. Per fortuna l’amore per la lettura (oltre che per il mio cagnolino e per M.) mi salva da un totale collasso. Ho iniziato l’anno alla carica riuscendo, nonostante gli impegni, a leggere in media un libro alla settimana. Ora ho dovuto stoppare per un impegno che scadrà a giorni e subito riprenderò le mie care letture. Nel attesa rimango aggiornata sulle novità e nuove uscite di romanzi  da mettere in wishlist e leggerli il prima possibile.

A proposito, vorrei presentarvi un romanzo contemporaneo di un’autrice che è già stata ospite nel mio blog “Tanta voglia di… leggere!” e ritorna con il suo fuoco a riscaldare il nostro freddissimo inverno. Parlo di Federica Levi, che ieri ha pubblicato “Incendiami l’anima”.

Incendiami l'anima_thumb[7]


Titolo: Incendiami l’anima 

Autrice: Federica Leva

Genere: contemporary romance, thriller, erotico

Pagine: 400 

Pubblicato: 1 marzo 2018

Self publishing. Link Amazon (ebook e KU, presto anche in cartaceo)


 



 SINOSSI

Alan Campbell aveva tutto: amanti, amici e una carriera prestigiosa. Ma ha perso ogni cosa per colpa di una donna. Ora, in lui è rimasto solo il fuoco della vendetta, un marchio che si è voluto imprimere a fondo anche nella pelle, nei tratti di un drago avvolto dalle fiamme. Quando incontra Karis, bella e coraggiosa, e sin troppo simile alla donna che odia, non può fare a meno di volerla distruggere. Ma non può neppure fingere di non desiderarla, perché impazzisce per la brace che arde nei suoi occhi, per le movenze sensuali della sua danza e per i suoi segreti. Ma Karis non è libera, e non potrà mai essere sua. Nemmeno se lo vuole con tutta se stessa. Tuttavia, giorno dopo giorno, in uno chalet isolato fra i ghiacci eterni del Chugach Park, le cose fra loro si fanno sempre più intime e passionali. E terribilmente complicate. Perché quando un’anima di ghiaccio s’incendia, le conseguenze possono essere imprevedibili e devastanti. Anche, e soprattutto, per l’amore.

AUTORE

Medico e psicoterapeuta., Federica Leva scrive da una ventina d'anni e ha all’attivo numerose partecipazioni a premi letterari fantasy e mainstream, con una trentina di premi conseguiti e una dozzina di primi posti. Ha pubblicato numerosi articoli e racconti su riviste, fanzine e antologie di genere. Il racconto Sacrilege (2012) è stato pubblicato in inglese dalla casa editrice Inkbeans di Los Angeles nell’antologia The Gage Project, mentre il racconto L’ultima notte di San Valentino (ultima versione 2014) è stato tradotto in spagnolo, inglese, francese, russo e portoghese. Il romanzo fantasy Echi dalle Terre Sommerse, Sereture Ed., è in commercio, oltre che in Italia, nei paesi di lingua spagnola e presto approderà anche sul mercato russo. Il romanzo Cantico sull’oceano – Le note del cuore (Edito in precedenza dalla NPlibri e dalla Sesat Ed.) è disponibile anche in spagnolo. Nel giugno 2016 ha pubblicato il romance contemporaneo Un principe da (odiare) amare, scritto in collaborazione con Anna Grieco. Nell’agosto 2016 ha pubblicato il romanzo Animato con fuoco – Brucianti passioni, edito in precedenza dalla Zecchini Ed. con il titolo Radici di sabbia. Nel novembre 2016 ha pubblicato il romance contemporaneo Bugiardo per amore. É stata membro di giuria e presidente di vari concorsi letterari, tra cui Artenuova (Genova), QuiEdit (Verona) e Piero Chiara (Varese).

Blog personale (www.federicaleva.it).

Forum di consulti psicologici gratuiti (www.chiediallopsicologo.it).


Ed ora un estratto “bollente”:
image_thumb[2]

Lasciai che scorresse con la bocca sulla mia pelle, indugiando fra i seni e sull’ombelico. Mi persi nei suoi baci, nella sua lingua curiosa e nei denti che mordicchiavano piano, ed ero così ubriaca di lui che mi accorsi che si era fermato solo quando la sua barba, corta e ispida, mi graffiò, fra le cosce. Il fuoco del drago mi avvolse, come in sogno. E invece di alzarmi e scappare – era volgare, era peccato! – affondai ancor di più la testa nel cuscino, offrendogli tutto, e sospirai. Lui esitò, forse non sapeva che cosa fare, bendato com’era, o forse voleva portarmi alla follia e farmi supplicare ancora. Mi morsi un dito per soffocare un singhiozzo e mi agitai, ma lui non mi sfiorò neppure. Il desiderio mi sopraffece, e gli occhi mi bruciarono di disperazione. «Baciami» lo implorai, e lui rise. Trionfante. Re e padrone di me, della mia mente fragile, del mio corpo impazzito per lui. Ma quando mi toccò, non lo fece con prepotenza, come un vincitore. La sua bocca mi percorse con venerazione, e quello che s’inventò mi fece esplodere mille soli nella testa. «Sei dolcissima, strega…» mugolò, affamato. «Ah, così mi uccidi!» No, lui stava uccidendo me, e nel modo più squisito che avessi mai sognato! Abbracciai un cuscino, senza fiato. Allora le donne provavano quello, quando i loro compagni le adoravano con i baci più intimi? E riuscivano a sopravvivere all’intensità di quella folle emozione? Fui percorsa da brividi così accecanti, così insopportabili, che cercai di chiudere le gambe, ma lui mi obbligò a tenerle spalancate e ad accettare il suo bacio. Fino in fondo. Un bacio bramoso, rovente. Mi arresi, completamente, e divenni pura emozione. Ogni cosa si concentrò in quel bacio, in quel calore che montava come la marea, e io… ah, sarei potuta svenire, sotto i colpi della sua lingua! Socchiusi gli occhi e lo vidi fra le mie gambe, i lunghi capelli che mi solleticavano le cosce, le spalle muscolose che si contraevano, al ritmo del mio piacere. Per un attimo, la cravatta che gli bendava gli occhi si allentò e rischiò di cadere, mostrandogli tutto, di me, e a quel pensiero la marea s’impennò, divenne inarrestabile. «Oddio» esalai. «È troppo… troppo…»

image_thumb[5]

 Ringrazio ancora una volta Federica per avermi coinvolta nel suo nuovo romanzo. Dalle premesse, il suo libro promette davvero bene e prevedo una lettura davvero molto calda e coinvolgente.

Se l’avete letto o avete intenzione di leggerlo, mi farà piacere sapere cosa ne pensate giù nei commenti.

Baci. K.

3 commenti:

  1. Grazie, Kicca, per la bellissima presentazione!

    RispondiElimina
  2. L'ho finito di leggere stamattina!
    Un libro meraviglioso che ti tiene incollato alle pagine e ti lascia senza fiato. Una storia d'amore molto bella, intensa e travolgente. Da una parte Karis, bella e sensuale, ma con un passato orribile alle spalle e dall'altra Alan, freddo come il ghiaccio e stronzo come pochi. L'ho acquistato appena uscito e stanotte non ho dormito, dovevo sapere come finiva, dovevo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravissima Fiorella! è una fortuna quando i libri riescono a non farti dormire la notte. Secondo me sono i migliori!

      Elimina

Esprimi liberamente il tuo pensiero, non c è nessuna moderazione nè il verifica parole. Può solo farmi piacere sapere cosa pensi ^__^. Se non vuoi perdere la mia risposta al tuo commento, clicca su "inviami notifiche" in basso a destra del box commenti, riceverai le notifiche per email.

Non perdetevi...

Giveaway 2017