lunedì 14 gennaio 2019

Recensione: Il lago abitato di Ambra Raponi

Il lago abitato

Titolo: Il Lago abitato

Autore: Ambra Raponi

Genere: narrativa moderna, fantasy

Casa Editrice: Vertigo,Collana Approdi

Pagine: 314

Anno pubblicazione: 2017

Link di acquisto: AMAZON





Buon giorno lettore,

come è andato il fine settimana? Per me è stata una boccata di ossigeno dopo una settimana intensa di lavoro. Il ritorno alla solita routine è stato un disastro. Per fortuna i libri sono l’unica cosa, insieme al weekend, che mi aiuta a non collassare miseramente. Ma non ci perdiamo in chiacciere. La mia ultima lettura è stata Il lago abitato di Ambra Raponi.

venerdì 11 gennaio 2019

Recensione: Bentornati a Villa Paradiso di Roberto Vallerignani


Titolo: Bentornati a Villa Paradiso

Autore: Roberto Vallerignani

Genere: Giallo

Casa Editrice: Edizioni Dalietta

Pagine: 284

Codice ISBN: 9788894068658

Link di acquisto: Ibs




Buon giorno lettore,

Che bello iniziare il primo mese dell’anno con una lettura davvero molto particolare e travolgente. Oggi ti voglio parlare di “Bentornati a villa Paradiso” di Roberto Vallerignani, una proposta di Il taccuino ufficio stampe.

mercoledì 2 gennaio 2019

Recensione: Run Hide Survive di Francesco Cotti



Titolo: Run Hide Survive

Autore: Francesco Cotti

Editore: self-publish

Anno: Novembre 2018

Pagine: 278

Genere: tecno-thriller

NOTE: seconda parte di STRATEGIE ALTERNATIVE



Buon giorno lettore e Buon Anno,

tempo fa segnalai le nuove promozioni di Il taccuino Ufficio Stampa ed ero molto curiosa di leggere alcune di quelle uscite. Ho scelto di leggere “Run Hide Survive” di Francesco Cotti, uno dei primi scrittori italiani a dedicarsi al genere tecno-thriller.

martedì 1 gennaio 2019

Buon 2019 e buoni propositi

Buon 2019!

Finalmente un nuovo anno pieno di speranze e voglia di migliorare. Il mio 2018 è stato davvero un grande anno soprattutto per quanto riguarda le letture: Ho letto ben 41 libri contro i 18 che mi ero prefissata su Goodreades..

@goodreades.com


Certo che il merito è stato del mio profilo Instagram @kiccablogger che mi ha spronato a leggere tantissimo anche se ero sommerso dagli impegni. Mi ha permesso, inoltre, di conoscere splendide persone amanti della lettura; mi sono fatta influenzare dall’ acquisto dei libri che sono stati davvero un botto (vi dico solo che ho dovuto comprare due librerie in più!) e poi ho conosciuto autori più o meno emergenti che mi hanno dato la possibilità di conoscerli e parlare di loro con chi condivide la stessa passione.

@goodreades.com

Ora tra i miei buoni propositi sicuramente c è quello di acquistare di meno (proprio se è strettamente necessario) e leggere molto di più, soprattutto quei poveri libri in attesa di essere letti.

Inoltre, mi auguro di curare di più il blog perchè anche se i social sono entrati prepotentemente nella vita di ognuno di noi, i blog conservano ancora quella magia di fermare il tempo, prendersi un attimo e lasciare il segno.

E il vostro buon proposito qual è?

mercoledì 12 dicembre 2018

Segnalazione: Proposte librose da regalare a Natale

proposte dicembre

Buon Giorno Lettore,

In collaborazione con Il taccuino ufficio stampa, ho il piacere di mostrarti alcuni dei libri in uscita per il mese di Dicembre che potrebbero interessarti, c è solo l’imbarazzo della scelta tra i vari generi.

Iniziamo subito:

Dizionario appassionato di Napoli di Jean-Noël Schifano

Dizionario appassionato di Napoli

Titolo: Dizionario appassionato di Napoli

Autore: Jean-Noël Schifano

Genere: Saggistica/Memoir

Casa Editrice: Ilmondodisuklibri

Pagine: 608

Codice ISBN: 978-88-96158-15-9

Link di acquisto: Feltrinelli

Dizionario appassionato di Napoli è l’ambiziosa opera di un intellettuale francese di origini italiane, Jean-Noël Schifano, già autore di saggi e romanzi ambientati nella città partenopea, e traduttore in Francia dei testi di Umberto Eco, Elsa Morante, Leonardo Sciascia, Italo Svevo e Alberto Savinio. Schifano ha deciso di esporre dalla a alla zeta i motivi per cui è da sempre innamorato di Napoli, della sua storia millenaria scolpita in ogni pietra e della sua forte identità marchiata a fuoco nei cuori dei suoi abitanti. Una città unica al mondo, che lo scrittore celebra attraverso il racconto di eventi storici, di aneddoti letterari e di piccole curiosità che arricchisce con la sua visione personale e con i suoi ricordi di vita. Storia di una città che l’elegante prosa di Schifano trasforma in luogo mitico, il cui glorioso passato si intreccia al complicato presente in un’opera intrisa di cultura e passione.


«[…] La vita è lì, la vita di Napoli nel suo potente specchio. Questi personaggi che schizzano fuori dalla creta e dalle tele che vedete parlare, gridare, chiamare il passante, abbuffarsi, sedurre, supplicare, mendicare, urlare dalle risate, recitare la commedia, mercanteggiare, russare sazi contro un pezzo di muro romano, ancheggiare al richiamo del tamburello nella grotta riversante il suo abbondante cibo, è il ventre avido e generoso di Napoli che si apre ai vostri occhi, è la scena oscena di Napoli che vi salta al collo».


Bentornati a Villa Paradiso di Roberto Vallerignani


Titolo: Bentornati a Villa Paradiso

Autore: Roberto Vallerignani

Genere: Giallo

Casa Editrice: Edizioni Dalietta

Pagine: 284

Codice ISBN: 9788894068658

Link di acquisto: Ibs

Dopo Angelo Ingordo, Roberto Vallerignani torna con un nuovo caso per l’ispettore Antonelli: un duplice omicidio a Villa Paradiso, un ricovero per malati attorno al quale si svela, lentamente, una fitta trama di segreti, relazioni e rivelazioni. Tra le indagini e le supposizioni si sviluppa un complesso racconto corale dove le voci pubbliche e private delle forze dell’ordine, della politica e dei media si intrecciano a rivelare vite, abitudini e sentimenti di uomini e donne del nostro tempo. In un giallo che sfocia nel noir, alla scoperta del lato oscuro dell’animo umano e di una società di apparenze, l’ispettore finirà per confrontarsi con un assassino inaspettato, tormentato dai medesimi fantasmi che sembrano far visita, talvolta senza distinzione, alle vittime e ai colpevoli, agli accusanti e agli innocenti. Con uno sguardo discreto, l’autore indaga la superficialità dei mezzi di comunicazione, le storture della giustizia, le contraddizioni della burocrazia e soprattutto le pieghe dei pensieri di diverse esistenze, legate insieme quasi per caso dal sottile filo del delitto.

«[…] Si sentiva sporco perché anche lui aveva desiderato più volte di vederla morta. Ecco, lo aveva ammesso. Avvertì la straziante disperazione della sua voce e si inginocchiò. Il pianto era uscito allo scoperto, come un fiume carsico si precipitava verso il vuoto dell’afa. Capì che di tempo ne sarebbe occorso tanto, ebbe il timore di non riuscire a sopportare. Si appellò a qualcosa su nel cielo, qualcosa che doveva stazionare tra venere scintillante e una coda di luna che sbucava da un ultimo residuo di nuvolaglia. Si concentrò su quello spicchio di nero. Vi stabilì dimora. Con la speranza di poterne uscire. Un giorno».


Run Hide Tell di Francesco Cotti


Titolo: Run Hide Tell

Autore: Francesco Cotti

Genere: Techno-Thriller

Casa Editrice: Amazon EU

Pagine: 278

Codice ISBN: 978-1983320323

Link di acquisto: Amazon Giunti

Run Hide Tell è la cronaca in tempo reale di un drammatico e violento attacco terroristico in un villaggio vacanze italiano, e delle operazioni congiunte dei Reparti Speciali di Polizia e Carabinieri per riuscire a mettere in salvo gli ostaggi e dare primo soccorso alle vittime. Un romanzo ad alto tasso adrenalinico, ricco di suspense e di momenti di forte impatto visivo; un racconto che coinvolge personaggi appartenenti alle Forze Speciali ma anche semplici cittadini che si trovano a scappare, a nascondersi e a invocare aiuto per la propria sopravvivenza. Dopo Strategie Alternative, che ha preparato il terreno per Run Hide Tell, Francesco Cotti presenta un nuovo techno-thriller basato su scenari tragicamente plausibili e attualmente oggetto di studio da parte dei Reparti Antiterrorismo italiani.

«[…] Un attacco terroristico è come un’infezione provocata da un corpo estraneo. Quando una scheggia di legno perfora l’epidermide, immette nei tessuti migliaia di agenti patogeni diversi che la ricoprono e che sono, in maggior parte, teoricamente letali per il corpo umano. Le cellule più vicine al punto d’ingresso della scheggia soccombono immediatamente, aggredite dai batteri penetrati. Nel giro di qualche minuto il corpo umano ha una risposta difensiva molto aggressiva. La pelle intorno alla scheggia s’infiamma, gonfiandosi e diventando più calda, e richiama più sangue possibile, perché lì sono contenuti i granulociti, ovvero un tipo di globuli bianchi poco specializzati, ma presenti in quantità. Il loro compito è aggredire i batteri sconosciuti, circondarli, e fagocitarli fino ad ucciderli. Tutto questo in attesa che il sistema immunitario metta a disposizione i leucociti, ovvero i globuli bianchi che si sono specializzati a neutralizzare infezioni specifiche che hanno già incontrato precedentemente. L’analogia è calzante quando si deve descrivere una risposta militare ad un attacco terroristico».


Al di là delle cose scontate di Emanuele Mazzocco


Titolo: Al di là delle cose scontate

Autore: Emanuele Mazzocco

Genere: Narrativa contemporanea

Listino: € 12,90

Pagine: 196

EAN/ISBN: 979-12-200-2792-2

Link di aquisto: Amazon Giunti

Al di là delle cose scontate è un viaggio. Un viaggio che richiede il coraggio di percorrere strade impervie e poco battute, difficili e in salita. E poco importa se esse si trovino in Argentina o sulle montagne italiane. È un viaggio alla ricerca di sé stessi, alla scoperta dell’io più profondo e autentico, che non è rappresentato dai titoli accademici o dai traguardi professionali che si riesce a conquistare. Un percorso difficile e complicato in cui nessuno sarà mai da solo se, al suo fianco, ci saranno gli unici due valori fondamentali della vita: l’amore e l’amicizia, che nessuno dovrebbe mai dare per scontati.

“Lo sentivamo nelle ossa. Era una sensazione difficile da spiegare, ma quando senti di aver toccato il fondo è proprio lì che devi raschiare per trovare la fonte della tua sopravvivenza. Eravamo affamati di vita. Al diavolo la superficialità, le cose scontate. Noi volevamo nutrirci di quella vita. Volevamo legarcela stretta al collo come una sciarpa d’inverno. La vita nella sua essenza più pura. L’esistenza riempita di significato. Le piccole cose. La condivisione. Tutto il resto veniva dopo, come un dessert di cui puoi comodamente scegliere se goderne o farne a meno. A noi interessava la portata principale, e quella portata si chiamava vita.”


Resta con me (volume 1) di Erika Vanzin

Resta con me (London Series Vol. 1) di [Vanzin, Erika]

Titolo: Resta con me (London Series Libro #1)

Autore: Erika Vanzin

Genere: New Adult Romance

Casa Editrice: Self Publishing

Pagine: 355

Codice ISBN: 978-1548845742

link di acquisto: Amazon

Resta con me è il primo capitolo della trilogia London Series, in cui si racconta la storia di Joshua e Philip, due giovani sensibili e complicati in lotta con un doloroso passato, che ha lasciato cicatrici profonde nella loro anima. Dopo Waiting, un secondo volume autoconclusivo e con diversi personaggi ma intimamente connesso agli altri due libri, Resta con me trova il suo necessario e intenso epilogo in Due semplici parole, in cui ritroviamo i due protagonisti maturati e realizzati dal punto di vista professionale, ma ancora legati ad atteggiamenti autolesionisti che ostacolano la loro felicità. Un’appassionante trilogia che ha inizio con un romanzo che trascina il lettore in un vortice di emozioni che non lo abbandonerà fino alla fine della storia.

«[…] È come se in questo momento fossi nata per la seconda volta, come se avessi imparato di nuovo a respirare, aprire gli occhi, vedere un mondo completamente diverso da quello che conoscevo. È un'esplosione di colori, suoni, immagini, sospiri, corpi, pelli sudate che si sfiorano, toccano, allontanano; tutto, in questo momento, è mille volte più potente e potenzialmente devastante per il mio cuore già messo sotto sforzo dall'eccesso di emozioni. Solo adesso mi rendo conto che tutti intorno a me stanno saltando e gridando, compreso il biondino dietro di me. Così inizio anch'io ad andare su e giù a ritmo di musica, urlando, sudando, usando tutto il fiato che i miei polmoni riescono a raccogliere; lo so che per i prossimi giorni la mia voce sarà solo un lontano ricordo ma non importa. Chi se ne frega se sarò ammalata, afona o piena di lividi, Philip mi sta stringendo le braccia attorno al corpo, tutto il resto è assolutamente irrilevante».


Buona lettura!